Il Serengeti Occidentale viene comunemente chiamato “Western Corridor” ed è costituito da una striscia di territorio larga 50 km che segue il corso del fiume Grumeti, partendo dall’area di Seronera fino quasi al Lago Vittoria.
 
Il Corridoio Occidentale è costituito una larga valle che corre da est a ovest e alla cui base scorre il fiume Grumeti ed è fiancheggiata su entrambi i lati da colline; il Grumeti è un fiume perenne e sulle sue coste è presente una foresta di fiume che divide in due il territorio.
 
A Sud del fiume Grumeti e delle Colline di Simiti, sempre da est a ovest, scorre il fiume Mbagelati.
 
L’area del Western Corridor offre opportunità uniche di avvistamenti durante la Migrazione, da maggio a luglio; ma anche dal punto di vista paesaggistico, infatti include fiumi, vallate, colline e piane alluvionali; panorami molto differenti rispetto alle praterie del sud del Serengeti.
 
Pochi viaggiatori si spingono fino a qui: le strade non sono in ottime condizioni e le comunicazioni sono più difficili; però la fatica viene ripagata con paesaggi unici e con ottimi avvistamenti, soprattutto quando c’è la Migrazione.
 
Viaggiando verso ovest da Seronera, nel Serengeti centrale, si guida in una zona arbustiva, il paesaggio qui non è dei migliori, però è possibile avvistare impala, otocioni, manguste striate, eland, kongoni, ippopotami, colobi bianchi e neri, dik dik, giraffe, leoni e altri mammiferi; anche se, a differenza di altre aree del Serengeti, qui non c’è un’elevata presenza di fauna da rendere questa parte di parco imperdibile.
 
E’ un’area ideale per i rapaci come il falco giocoliere, l’aquila dalla lunga cresta e gli astori.
 
Lunghe colonne di gnu e zebre giungono qui dal sud del Serengeti e si accalcano sulla sponda sud del fiume; le mandrie devono affrontare il rischio dell’attraversamento del Grumeti, infestato dai coccodrilli del Nilo, che si frappone tra loro e l’obiettivo del loro lungo cammino.
 
Nel Western Corridor si trovano differenti habitat: pianure erbose, boschi di acacie, colline, paludi e foreste a galleria sulle sponde del fiume Grumeti.
 
Qui, durante tutto l’anno, si possono fare ottimi avvistamenti; alcune mandrie di gnu e zebre non si uniscono alla migrazione e risiedono qui tutto l’anno; inoltre, sempre in quest’area, risiedono elefanti, giraffe, bufali, leopardi, eland, antilopi topi, kongoni, impala, antilopi d’acqua e gazzelle di Thomson, sono presenti anche grandi felini e iene.
 
Protagonisti della scena sono gli enormi coccodrilli del Nilo che affollano le acque del fiume Grumeti, in particolare nella zona di Kirawira dove il fiume non si asciuga mai durante l’anno; un altro abitante delle acque del Grumeti è l’ippopotamo.
 
Sono presenti anche molte specie di uccelli.
 
Da qui, proseguendo ancora più a nord, si giunge alla Riserva di Grumeti, qui è dove la migrazione passa nel mese di giugno o luglio nel suo viaggio verso nord per raggiungere il Masai Mara.
 
 

Le zone del Serengeti Occidentale

  • A Sud del Fiume Grumeti
  • A Nord del Fiume Grumeti

Articoli principali

Serengeti National Park: Grumeti River with thousands of zebras

Serengeti National Park: Grumeti River - Photo Credits: Singita

A Nord del Fiume Grumeti
Serengeti National Park: Grumeti River with thousands of hippos

Serengeti National Park: Grumeti River - Photo Credits: Tomasz Kijas

A Sud del fiume Grumeti