La Mopane Tongue, che letteralmente significa “lingua di mopane”, di trova nella parte più orientale della Riserva di Moremi; questa penisola ha forma triangolare e i suoi lati misurano tutti circa 40 km, i suoi vertici sono rappresentati da South Gate o Maqwee, da North Gate, entrambi posizionati ad est, e connessi con la terraferma, e Xakanaxa, la punta della penisola protesa verso ovest, all’interno del Delta dell’Okavango.

Si tratta di una penisola, collegata alla terra alla ferma, dove crescono soprattutto alberi di mopane, e questo spiega il suo nome; infatti, ad eccezione della vegetazione che cresce lungo i fiumi (riverine forest), sulla penisola crescono quasi esclusivamente alberi di mopane, con alcune porzioni di meravigliosa foresta antica.

Questa è l’unica zona dell’intero Delta dell’Okavango, ad eccezione del Panhandle, che è accessibile in auto 4x4, anche in self drive.

La Mopane Tongue, nella Riserva di Moremi, è suddivisa in tre aree:

Khwai: che include il tratto relativo al fiume Khwai e North gate, l’ingresso nord alla Riserva di Moremi

Xakanaxa: ossia la punta esterna della penisola che include la laguna di Xakanaxa e il Third Bridge

South Gate: che include la zona più a sud dove si trova l’ingresso sud alla Riserva di Moremi, conosciuto anche con il nome di Maqwee

La zona di Khwai

La zona di Khwai si trova a nord della Mopane Tongue e segna il confine settentrionale della Riserva di Moremi, dove si trovano, a ovest, paludi e acquitrini, che poi, spostandosi verso est, danno vita al fiume Khwai, che, inizialmente, forma ai suoi lati le piane alluvionali stagionali, per poi proseguire il suo percorso all’interno degli argini del suo canale.

I percorsi lungo il Khwai offrono panorami mozzafiato e avvistamenti spettacolari, soprattutto durante la stagione secca, nei mesi da luglio a ottobre, quando gli animali si concentrano qui dalle zone circostanti dove l’acqua e il cibo scarseggia, come ad esempio dal Chobe.

Non è difficile guidare in self drive in questa zona, grazie alla nuova pista che è stata tracciata da North Gate, conosciuto anche con il nome Khwai, che si trova al centro di questa area; qui si trova anche il ponte che, passando sopra il fiume, conduce alle concessioni NG18 e NG 19 che si trovano sulla sponda nord del fiume.

In queste due concessioni governative sono presenti diversi lodge che, solitamente, conducono i safari in fuoristrada lungo il fiume, mentre non sono in grado di effettuare safari in barca, poiché il fiume Khwai è poco profondo.

Lungo il fiume si trova una foresta fluviale (riverine forest) e, poco più lontano, prima che inizi la foresta di mopane, si trova un bosco di acacie; in questa zona si fanno meravigliosi avvistamenti, si possono vedere diverse specie di antilopi, elefanti, e i principali predatori, inoltre è una zona famosa per i licaoni che, proprio lungo la sponda del fiume, scavano le loro tane quando hanno i cuccioli.

E’ un luogo amato anche dai birdwatcher, qui si avvistano specie acquatiche, ma anche di foresta, inoltre si trovano diverse specie di rapaci, soprattutto durante la stagione secca, in particolare nei mesi di settembre e ottobre.

Uno dei luoghi più visitati è la Hippo Pool, una grande laguna dove vivono, come si deduce anche dal nome, moltissimi ippopotami; qui inoltre è presente una piattaforma per l’osservazione degli uccelli, prevalentemente acquatici.

La zona di Xakanaxa

La zona di Xakanaxa si trova nella punta estrema della penisola di Mopane Tongue, protesa verso l’interno del Delta dell’Okavango; qui si trova l’omonima laguna di Xakanaxa, oltre la quale ci sono solamente canali d’acqua profonda, piane alluvionali di erbe base, paludi e qualche isola che può essere raggiunta solamente utilizzando una barca.

Si può raggiungere l’isola Goaxhlo dove si trovano diversi alberi di mopane morti poiché trascorrono parte dell’anno sommersi dall’acqua della piena del Delta dell’Okavango, tempo fa questa era un’isola permanente, ma il cambio di pendenza del delta ha fatto si che ora venga stagionalmente sommersa.

L’isola di Mboma invece, anch’essa raggiungibile in barca, è un luogo meraviglioso per trascorrervi la giornata, sempre in barca ci si può recare anche alla laguna di Gcodikwe.

Questa zona presenta l’ambiente tipico di un delta di fiume e, dal punto di vista paesaggistico, è meraviglioso; inoltre qui vi è una elevatissima concentrazione di animali e sono presenti molte specie di mammiferi, di uccelli e rettili.

Grazie all’abbondanza di acqua non mancano gli ippopotami, i coccodrilli del Nilo, diverse specie di lontre e molti uccelli acquatici; mentre sulla terraferma sono presenti diverse specie di antilopi, elefanti, giraffe, leoni, leopardi, ghepardi, iene e altri predatori, sia diurni, sia notturni.

Qui è possibile effettuare anche safari in self drive, ovviamente è necessario essere muniti di GPS per potersi orientare tra le varie piste che sono presenti; i campi tendati offrono sia safari in fuoristrada, che qui sono spettacolari, sia per gli avvistamenti, sia per i panorami, sia safari in barca.

Per raggiungere la zona di Xakanaxa ci sono tre piste, una parte da North Gate, costeggia tutto il perimetro nord della Mopane Tongue e il fiume Khwai, le altre due partono da South Gate, una costeggia il perimetro sud della Mopane Tongue, arriva a Third Bridge e poi, dirigendosi a nord, giunge fino a qui, l’altra invece taglia trasversalmente, verso nord ovest, la penisola.

La zona di South Gate

La zona di South Gate spesso viene considerata solo una zona di transito, o una tappa tecnica, da quei viaggiatori che si recano all’interno della Mopane Tongue o per chi prosegue verso nord per recarsi nel Chobe; invece può regalare delle sorprese inaspettate.

All’interno di una foresta di mopane, si possono avvistare diversi tipi di antilopi, elefanti, leoni, leopardi, licaoni e tante altre specie animali; questo soprattutto nei mesi da gennaio ad aprile, quando questi tendono ad allontanarsi dal Delta dell’Okavango, grazie all’abbondanza di pascoli che si rigenerano proprio durante la stagione delle piogge.

Gli avvistamenti non sono agevolati dagli alberi, ma, con un po’ di pazienza, si riescono ad avvistare sia mammiferi sia uccelli, in particolare alcune specie di rapaci.

Da South Gate partono alcune strade che si dirigono all’interno della Mopane Tongue: la prima si dirige a nord e conduce a North Gate, una seconda strada costeggia il perimetro sud della penisola e conduce a Third Gate, mentre l’ultima taglia trasversalmente la penisola e conduce a Xakanaxa.

exploringafrica safariadv romina facchi botswana moremi

Articoli principali

Xakanaxa e la punta della penisola nella Riserva di Moremi
exploingafrica safariadv botswana moremi romina facchi safari travel

Moremi Game Reserve: Wild Dog - Photo Credits: Romina Facchi

Il fiume Khwai e il North Gate nella Riserva di Moremi
moremi botswana exploringafrica safariadv romina facchi safari gamedrive travel

Moremi Game Reserve: Carmine bee eater - Photo Credits: Romina Facchi

South Gate o Maqwee nella Riserva di Moremi