Il Botswana è, insieme alla Tanzania, uno dei paesi africani che amo di più; è un paese scarsamente abitato e dove la natura selvaggia è predominante.

Qui si trovano grandi aree naturali protette dove poter effettuare safari e dove poter ammirare una natura primitiva e incontaminata; buona parte del paese è occupata dal bacino del Deserto del Kalahari, un territorio desolato che custodisce alcuni habitat in cui molte specie animali e vegetali si sono adattati a vivere: i grandi laghi salati nel bacino di un antico lago, le dune vegetate, i fiumi stagionali, le pozze di acqua sorgiva, i baobab millenari e tanto altro ancora.

Il Botswana è anche il luogo in cui si trovano il Chobe National Park, il Delta dell’Okavango e la Moremi Game Reserve; qui vi è una elevata concentrazione fauna e i safari regalano emozioni indescrivibili.

Il periodo ideale per un viaggio in Botswana

In Botswana ci sono due stagioni: la stagione secca e la stagione delle piogge; entrambe le stagioni, date le loro caratteristiche, sono perfette per un viaggio in Botswana.

La stagione secca è ottimale per effettuare i safari poiché l’assenza delle piogge fa si che gli animali si radunino presso le uniche fonti di acqua disponibili e la vegetazione scarsa facilita gli avvistamenti; il clima è mite, le giornate sono calde e secche mentre le notti sono fredde.

La stagione delle piogge, grazie alle precipitazioni, è il periodo ideale per gli amanti del birdwatching poiché, in questo periodo, sono presenti anche le specie di uccelli che migrano qui dall’emisfero boreale.

Questa è la stagione ideale anche per chi ama un viaggio più estremo e non teme di infangarsi o per chi vuole ammirare la vegetazione del deserto del Kalahari nel momento di suo massimo splendore; i laghi salati ricevono acqua sufficiente per trasformarsi in uno specchio di acqua salata che ospita una delle zone di nidificazione dei fenicotteri più importante del continente africano, oltre a supportare diverse specie di animali.

Pianificare un viaggio in Botswana

Il Botswana è un paese meraviglioso ma non è molto semplice pianificare e organizzare un viaggioper chi non conosce già il paese.

Le strade principali del Botswana sono asfaltate, ma questo non significa che siano in buone condizioni, spesso le strade, che non hanno un fondo fatto a regola d’arte, si rovinano durante la stagione delle piogge, quando si creano buche anche profonde; la maggior parte delle strade secondarie sono sterrate, alcune in buone condizioni, ma molte sono corrugate o sono piste sabbiose oppure, durante la stagione delle piogge, si trasformano in fango.

E’ importante calcolare bene i tempi di percorrenza se si vuole fare un self drive.

Le piste nei parchi nazionali e nelle riserve naturali possono essere semplici da percorrere oppure più complicate o sabbiose; è molto importante informarsi sulla loro condizione e sui tempi di percorrenza necessari.

In Botswana sono presenti diversi parchi nazionali e riserve naturali, è necessario decidere il proprio itinerario per tempo per poter prenotare lodge o campeggi; è anche possibile cercare un incontro ravvicinato con alcune popolazioni come i San, oppure visitare i petroglifiche si trovano in diversi luoghi del paese e raccontano la vita dell’uomo in questi luoghi durante la preistoria.

Viaggio self drive in Botswana

E’ possibile organizzare un viaggio in self drive in Botswana anche se richiede sia una buona pianificazione, per valutare attentamente le distanze e i tempi di percorrenza, sia una certa abilità nella guida su sabbia e su fango, in base alla stagione in cui si effettua il viaggio.

Si può noleggiare un SUV o un’auto 4x4 e decidere di alloggiare in campi tendati e lodge, ma questo significa essere pronti a spendere un budget elevato, soprattutto in alcune aree naturali, come ad esempio nella Moremi Game Reserve e nel Central Kalahari Game Reserve; in alternativa si può noleggiare un’auto 4x4 dotata di una tenda sul tetto o un bush camper, in questo modo si può fare campeggio nei vari campsite pubblici, ma è necessario prenotarli con largo anticipo e, spesso, non è semplice ricevere risposte e conferme, soprattutto per i campi statali. 

Viaggio organizzato in Botswana

E’ possibile viaggiare in Botswana con un viaggio organizzato, in questo caso le modalità sono due: acquistare un pacchetto in agenzia di viaggi oppure affidarsi a un operatore locale in Botswana.

In entrambi i casi si può decidere di fare un safari fly-in o un mobile safari.

Safari fly-in in Botswana

Fare un safari fly-in significa che si raggiungono i vari lodge e campi tendati a bordo di un piccolo aereo o di un elicottero; le strutture sono tutte di alto livello e, di conseguenza, i prezzi sono elevati.

La struttura presso cui si alloggia organizza tutte le attività, che solitamente sono incluse nel costo, non solo i safari in auto, ma anche i safari in barca, i walking safari e altro, questo dipende da dove si trova la struttura e dal territorio che la circonda.

Solitamente nel prezzo sono inclusi anche tutti i pasti.

Mobile safari in Botswana

Il mobile safari è la modalità con cui io adoro viaggiare in Botswana, si viaggia a bordo di un’auto da safari e la sera si monta il campo tendato, all’interno dei parchi nazionali e nelle riserve naturali, in campsite che vengono riservati agli operatori di mobile safari, quindi non ci sarà nessun altro ospite.

Solitamente c’è uno staff che precede gli ospiti e monta il campo, allestendo le tende, i servizi, la tavola, e prepara la cena; il costo di questi mobile safari includono tutto: ingresso ai parchi, l’auto, lo staff, i pasti, ecc

Ci sono anche mobile safari dove sono gli stessi ospiti ad occuparsi di tutto, devono montare le tende, cucinare e svolgere tutte le attività, supportate da uno staff più ridotto; in questo ultimo caso è bene controllare cosa sia incluso e cosa sia escluso dal costo, spesso infatti alcune voci, come i pasti ad esempio, sono extra.

Quali mezzi di trasporto utilizzare in Botswana

In Botswana il veicolo più utilizzato è il 4x4, che sia un’auto a noleggio, l’auto di un operatore locale o di un lodge o campo tendato, essere 4x4 è un requisito fondamentale poiché appena si lasciano le strade principali ci si trova su piste sterrate spesso corrugate o sabbiose o con il fango.

Per fare safari un 4x4 è indispensabile, anche se si percorrono le piste già tracciate spesso è necessario guadare una pozza o guidare nel letto sabbioso di un fiume in secca o affrontare percorsi impegnativi.

Per noleggiare un’auto 4x4 e fare un self drive in Botswana è necessario avere un po’ di pratica di guida sulla sabbia e anche di meccanica, nel caso di qualche guasto.

Un altro veicolo molto utilizzato è l’aereo, soprattutto i piccoli aerei in grado di atterrare sulle piste sterrate che si trovano nelle riserve.

Con questo tipo di aerei è possibile sia compiere voli panoramici, come ad esempio sul Delta dell’Okavango, oppure raggiungere i vari campi tendati e lodge che si trovano nelle varie riserve, parchi nazionali o concessioni; spesso rappresentano l’unico mezzo per raggiungerli.

Indubbiamente i piccoli aerei costituiscono un mezzo di trasporto non propriamente economico ma, sia che si voglia fare un volo panoramico sia che si voglia raggiungere un campo tendato in una zona remota, il viaggio vale il costo.

Cosa fare in Botswana

Per la maggior parte di coloro che visitano questo paese, Botswana significa safarie come dare loro torto; qui si trovano tra i parchi nazionali e riserve naturali più belli del continente africano: il Parco Nazionale di Chobe, con in suo lungo fiume, il Chobe Riverfront, il Savuti e il Linyanti; il Delta dell’Okavango dove si trova la Moremi Game Reserve e le altre concessioni, il Central Kalahari Game Reserve, il Kgalagadi Transfrontier Park sono solo alcune delle meraviglie di questo paese.

Ma in Botswana è possibile anche ammirare paesaggi e panorami spettacolari di luoghi che hanno una storia millenaria: laghi e depressioni salate del complesso dei Makgadikgadi Pans, enormi baobab, il deserto del Kalahari, il delta interno dell’Okavango e molto altro ancora.

Infine, in questo meraviglioso paese, è possibile visitare uno dei luoghi in cui si trovano i petroglifi dei Sane di altri popoli, come le Tsodilo Hills, oppure è possibile visitare un villaggio San per conoscere meglio il loro stile di vita e la loro cultura.

Documenti necessari per entrare in Botswana

Per entrare in Botswana è sufficiente avere il passaporto con una validità residua di 6 mesi e due pagine libere per poter mettere i timbri; per i cittadini europei non serve fare il visto e non bisogna pagare l’ingresso.

Per coloro che entrano in Botswana via terra in auto è necessario pagare un fee per l’automobile, l’importo copre una tassa per la conservazione del wildlife, una assicurazione per l’auto e un contributo per la manutenzione delle strade; l’importo va pagato in Pula, la valuta del Botswana, oppure con la carta di credito, sempre che il pos funzioni.

botswana exploringafrica SafariADV leopard wildlife moremi luxury