SafariADV
Mar, 17-07-2018

Dopo ben venti anni di stato di guerra tra le due nazioni, l’8 luglio 2018 è stato siglato un accordo che di fatto pone fine ai conflitti e riapre le relazioni diplomatiche ed economiche tra i due paesi.

Dopo l’indipendenza dell’Eritrea dall’Ethiopia nel 1993 i rapporti tra i due stati rimasero buoni per alcuni anni, in seguito però, nel 1998, iniziò una sanguinosa guerra per dispute territoriali, dove oltre 80.000 persone persero la vita e migliaia di famiglie vennero, di fatto, separate.

SafariADV
Lun, 16-07-2018

In questi giorni è uscito il documentario che racconta le spedizioni, e le relative scoperte, in quella che è stata chiamata la “foresta di Google”.

In pochi sanno, o si ricordano, che una delle ultime grandi scoperte naturalistiche è avvenuta grazie alla tecnologia satellitare utilizzata da Google Earth, che ha consentito di identificare, per la prima volta, una foresta vergine (pristine forest) in Mozambico.

SafariADV
Gio, 12-07-2018

Photo Credits: Ocean Sole

Tutti sanno che le infradito sono accessori comodi, leggeri e che rappresentano l’estate, il caldo, la libertà e le vacanze, in pochi però conoscono il volto oscuro della medaglia o, in questo caso, delle infradito.

SafariADV
Lun, 09-07-2018

Torna Pechino Express, la trasmissione di viaggio e avventura presentata da Costantino della Gherardesca, e quest’anno i concorrenti esploreranno il nostro continente: l’Africa.

Le tappe non sono ancora definitive e quindi non si hanno dettagli, ma la competizione toccherà tre stati: il Marocco, la Tanzania e il Sudafrica.

Qualunque siano le tappe che i concorrenti dovranno compiere, sicuramente lo scenario sarà incantevole.

SafariADV
Lun, 02-07-2018
ghana plastic exploringafrica safariadv travel ecology

Ghana - Photo Credits: Nelplast Limited

Ogni anno centinaia di migliaia di tonnellate di plastica finiscono negli oceani, compromettendo la vita degli stessi, per essere più precisi secondo le statistiche del World Economic Forum, entro il 2050, ci saranno più rifiuti in plastica nei nostri oceani di quanti pesci ci vivano, già oggi, sempre secondo le stime, 8 milioni di tonnellate di plastica vengono riversate ogni anno negli oceani, danneggiando sia gli animali sia l’ecosistema.

SafariADV
Ven, 01-06-2018

Sulla pista degli elefanti

Il racconto di una vera e propria guerra, quella antibracconaggio, narrato in prima persona da un istruttore di ranger che la combatte in prima fila.

SafariADV
Mar, 08-05-2018

Madagascar: YLANG YLANG - Photo Credits: Rossella La Rosa

Nel Canale di Mozambico, tra l’arcipelago delle isole Mitzio, Nosy Be è sicuramente la più nota tra le isole del Madagascar.

Un po’ meno quando viene chiamata con l'appellativo di Nosy Manitra, ossia "Isola dei Profumi": vi si trovano infatti coltivazioni di Ylang Ylang, ma anche caffè, vaniglia, di cui il Madagascar è il primo produttore mondiale cacao, cannella, pepe, frangipane e altre piante tipiche. Sicuramente tra i profumi più inebrianti, un posto d’onore spetta alla pianta dello Ylang Ylang.

SafariADV
Mar, 24-04-2018
tanzania manyara exploringafrica safariadv romina facchi travel safaritravel safari

Torrential downpours - Kunene, Namibia

Acquazzoni torrenziali causano gravi inondazioni in Tanzania, le piogge stagionali, insolitamente pesanti, hanno causato problemi diffusi in tutte le parti dell'Africa orientale. 

In Tanzania si registra la peggiore delle inondazioni lungo la costa settentrionale dove gran parte delle infrastrutture è stata danneggiata e Dar es Salaam è allagata e isolata. 

SafariADV
Ven, 06-04-2018
botswana safari leopard moremi africa africa safariadv exploringafrica romina facchi travel viaggi

Botswana: Zebras - Photo Credits: Romina Facchi

La Grande Migrazione del Serengeti è una delle migrazioni più famose al mondo, ma non è l’unica che si verifica nel continente africano; c’è una migrazione sconosciuta ai più che si verifica in Africa Meridionale.

SafariADV
Ven, 23-03-2018
exploringafrica safriadv romina facchi travel lion safari

Lion - Photo Credits: Romina Facchi

Un leone, in una riserva nei pressi del Parco Nazionale del Kruger, ha sbranato un sospetto bracconiere.

Il felino ha divorato quasi completamente l’uomo lasciando solo la testa e pochi altri brandelli.

La polizia del Limpopo ha poi rinvenuto, poco distante da quel che rimaneva dell’uomo, un fucile e delle munizioni, indizi che confermano l’ipotesi che l’uomo sia entrato nella riserva per bracconaggio.

Il leone ha sorpreso l’incauto bracconiere, probabilmente durante la notte, e ha fatto giustizia.

Pagine